martedì, luglio 10, 2007

Let there be rock!


Ho appena finito il libro "AC/DC - Maximum Rock & Roll", uscito qualche mese fa e prontamente ordinato via web, e devo dire che la stima per questi ometti angloscozzaustraliani è, se possibile, cresciuta un altro po'.
Per chi non li conoscesse, oltre ad augurare un'indigestione di tappini della Bic, cominciamo col dire che hanno venduto ben più di 100 milioni di dischi e sono tra le 5 band che hanno venduto in assoluto di più negli USA.
I detrattori dicono che fanno musica "seNplice": prendete un metronomo e provateci. Oppure, meglio, stappate una birra, alzate il volume e lasciate fare ai maestri.
A parte il nanerottolo della foto (guarda Pupo dal basso...), credo che ben pochi conoscano gli altri meNbri del syNpatico coNplessino, ma dal momento che mimportaunasega della ignoranza altrvi non mi sento in dovere di presentarli. Comunque sia, l'unico altro istrione che abbiano mai avuto, Bon Scott, è morto nel 1980 a 33 anni (coincidenze...) per un'indigestione di Nesquik (forse). Però nonostante questo il botto vero e proprio l'hanno fatto con il disco successivo alla sua morte, Back in Black, con un nuovo cantante che seNbrava avesse appena finito di mischiare il cemento col badile, e qualche anno dopo hanno ingaggiato un batterista che faceva sul serio il muratore prima di suonare con loro (!!!).
Dal libro viene fuori che come era lecito aspettarsi gli hanno gironzolato intorno migliaia di donne, hanno consumato ettolitri di alcool, qualcuno di loro (non Angus!!!) si è bruciato con chili di droghe, ma nonostante questo non si sono mai atteggiati da finte stars maledette per mascherare i loro debiti formativi (Kurt chi?) e non hanno mai rieNpito paginate di giornali con i loro fatti privati. Non basta, vero? Comunque non è poco.
E allora aggiungiamo che praticamente ogni essere umano, papa coNpreso, non può fare a meno almeno di battere il piede a teNpo con You shook me all night long, Sink the pink o Phone this cock. Praticamente tutti ci hanno fatto festoni, ginnastica, casino, sesso (anche da soli) e grazie a loro si sono convinti un po' di più che Rock'n roll ain't noise pollution (op.cit.).
Io l'ho visti dal vivo come headliners al Monsters of Rock 1991, quando già ormai erano "vecchiotti", ma hanno fatto comunque oltre 3 ore di concerto. Ero stanco io a non fare nulla, figuriamoci il piccoletto a correre e saltare in giro per tutto il teNpo.
Li ho amati, li amo e oggi mi andava di dirlo.
In fondo, perché mai oltre 17 anni fa avrei coNprato una chitarra uguale a quella della foto, e prima di quella, una sua copia più economica?
Fatti miei.

14 Comments:

Anonymous InvisibleRock said...

Che dire? Quando uno è grande è grande!! Figurati che proprio ieri stavo farneticando sull'orrido show globale organizzato dal "gordito" ex-vice-preside-americano. Abbiamo messo una piccolina citazione sul ns. sito (sulla musica globale) sopratutto dopo aver visto i pretini canterini del vaticano. A quelli lì li ci vorrebbe un po' di ACDC, ma proprio un bel po' (stile arancia mecanica).
Questi sono rocchettari veri e mi ha fatto piacere che tu abbia ricordato che si sono sempre fatti i zzi sua per benino. Grandi!

7/11/2007 11:23 AM  
Anonymous InvisibleRock said...

PS: VIVA il ROck!

7/11/2007 11:24 AM  
Blogger Grisson said...

E già sono mitici grande Band che come ora non riscuote il successo che meriterebbero ancora.

Io giovedì ho visto un mostro sacro della musica un certo Peter Gabriel che ha fatto un concerto da paura e Domenica (dopo aver ammirato in diretta il litigio tra Moccia e Rivera (quello del Primo maggio)) mi son visto Lou Reed Che si mi è garbnato ma si sente e si vede che ha i suoi annetti...

W W W Il ROCK

Adie

7/11/2007 3:37 PM  
Blogger Papero Gonfyo said...

> Grisson ha detto...
E già sono mitici grande Band che come ora non riscuote il successo che meriterebbero ancora.

Te-testesso-lui (dove Lui è il tuo ghost writer), bisogna far incidere una targa di bronzo con questa tua lapidaria frase ed i relativi sottotitoli in inglese pari requisiti e deporla sulla tomba di Bon Scott. Di fianco alla scatola del Nesquik.

p.s. l'altra mattina, al giochino di Radio105 hanno detto che era il compleanno di Bon Scott e, in suo onore, hanno messo "You shook me all night long". Stavo per mandare un sms inferocito, poi ho pensato -come dice mio fratello- "Phone this cock".

7/11/2007 4:08 PM  
Blogger Papero Gonfyo said...

Ah, dimenticavo. A Melbourne, in Australia, esiste "AC/DC Lane". Id est, gli hanno dedicato una strada. Un pò come se ci fosse Corso Io-mestesso-me vicino all'Accademia della Crusca o Viale Valeria Catignani vicino a casa del Pagani.

7/11/2007 4:10 PM  
Blogger sanTrine said...

In verità, in verità vi dico (op.cit.), a Leganés (Madrid) c'è Calle de AC/DC. Per maggiori informazioni, e soprattutto per vedere le foto del Syndaco raggiante insieme ai minifratellini Young, potete dare un occhio qui.
Intanto a Milano e a Roma discutono per intitolare una via a Craxi...

7/11/2007 4:53 PM  
Blogger sanTrine said...

l'amico invisible(ma rock) mi ha fatto ricordare una cosa che riguarda el gordito Al Gore, ex vice-presidente USA, che adesso si gioca la carriera politica reinventandosi paladino dell'aNbiente e si rieNpie la bocca di luoghi comuni oltre che di hot-dog al napalm.
L'ometto in (cvlo) questione è coniugato con Tipper (ware) Gore, fondatrice nel 1985 e paladina del PMRC (Parents Music Resource Center), insieme ad altre 3 mogli di potentati USA. 'Ste 4 bagasce, minacciando uno sciopero delle prestazioni sessuali ai mariti (i.e. seghe col guanto di gomma da cucina) hanno dichiarato guerra alla musica ggiòvane e si sono fatte approvare (proprio grazie ai loro mariti, incluso l'allora raNpante senatore Gore!!!!) un po' di testi di legge. Qualche eseNpio?
Vi siete mai chiesti chi ha fatto mettere sui dischi i bollini "Parental Advisory: explicit lyrics" (noti come Tipper Stickers)?

E adesso il ciccione fa il ganzino con gli artisti (...) ggiòvani, ancorché iNbavagliati, per salvare il mondo.
Mah.

[...] This spells out freedom and it means nothing to me, as long as there's a PMRC (op.cit.)

7/11/2007 5:26 PM  
Blogger Papero Gonfyo said...

Non mi ricordavo che Malcolm Young fosse così brutto, in ogni caso Angus che fa le corna al sindaco è fantastico.
Purtroppo Leganés (Madrid) non è Melbourne, ciò non toglie che di questo passo si possa creare un comitato spontaneo per Boulevard Tonino Carino da Ascoli a Nizza.

7/11/2007 7:14 PM  
Blogger Papero Gonfyo said...

Perchè citi i Megadeth in un post sugli AC/DC?
Adesso vado nel post su Pupo e scrivo:
"Buongiorno Italia gli spaghetti al dente, e un partigiano come presidente. Con l'autoradio sempre nella mano destra e un canarino sopra la finestra" (op.cit.)

7/11/2007 7:17 PM  
Anonymous InvisibleRock said...

Caro Santri (ma ne), in fondo con un po' di sana ignoranza poliglottica, il bollino "Parental Advisory: explicit lyrics" si potrebbe tradurre in un messaggio pubblicitario per i parenti oppure un valido avvertimento per stare alla larga delle parole (o dalle lire). Beata ignoranza....
Speriamo che li becchi un uragano nel cu...
Chau loco
Ganze le foto degli ACDC a Madrid,

7/12/2007 11:25 AM  
Blogger BondValeria said...

capitando qui per caso, "o che è? 10 commenti sul blog di Santrine? naaaa..." ho pensato ad un errore del sistema o alla comparsa di commenti spam farciti di link varî. Invece eran tutti veri.
oh, ci voleva un po' di AC/DC per svegliarvi, eh? 'un se ne poteva più di pupi e altri che non so nemmeno come si chiamano...

P.S.: e col mio fanno 11

7/13/2007 5:04 PM  
Blogger BondValeria said...

AC/DC Lane, Calle de AC/DC...

Ma nessuno di voi sa che apPrato c'è nientepopodimeno che Via Stefano Vai?

lo so cosa state pensando, o miei prevedibili compari di blog con la passione per il calembour: -oh, lì sì che ci sarà un gran viavai di gente...

7/16/2007 10:38 AM  
Blogger Daniele said...

... Ma "Phone this cock" non è degli Squallor?
VIVA IL ROC.

7/16/2007 12:21 PM  
Blogger sanTrine said...

Boh, potrebbe essere una cover...

Dimenticavo: agli albori i nostri amici furono oggetto di qualche equivoco, visto che il nome AC/DC era molto usato dalle comunità gay per indicare varie possibili coNbinazioni a incastro...

7/16/2007 4:42 PM  

Posta un commento

<< Home