mercoledì, febbraio 13, 2008

Parallelismi

Ieri gironzolavo soprapensiero per i corridoj di un supermercato, quando di colpo i miei sensi di ragno hanno percepito qualcosa di familiare nella musica che veniva diffusa. Stupefatto, mi sono ritrovato a canticchiare a syncrono questi immortali versi in rima AABBC (cioé l'abc, per i balbuzienti, della melodia tradizionale italiana):
Presto da te ritornerò
Perché io da solo non ci sto
sei solo tu, che amo di più
Daniela
Nel mio megaschermo mentale è subito apparso il capoccione riccioluto di colui che, balsfemamente, è stato definito lo JulioIglesias® italiano. Ma, dico, stiamo scherzando?! Julio è inarrivabile!! Nessuno può osare tanto!!!
Poi però, piano piano, l'evidenza dei fatti mi ha fatto ricredere.
Vamos a ver, orsù, cominciando dal nome.
E' evidente una certa attinenza con la religione per entraNbi, anche se in un caso nel nome e nell'altro nel cognome. Inoltre, il nostro coNpratriota ebbe anche l'onore (suo) di cantare per GiaNpaolo II° in Vaticano. Si mormora che, allontanate le telecamere, si siano lanciati insieme in un appassionato medley Daniela, Adestefideles, Abbracciamiamoremio interrotto a causa di un malore occorso in sala ad alcune religiose subito dopo che i due, armonizzati per seste, hanno pronunciato il verso "abbracciami come sai e resta vicino a me giuro che nessun'altra al mondo potrà portarmi via da te". Pensate se, mutatis mutandis, il verso fosse stato "baciami...bacia tutta la mia pelle...". Ma questa, come si dice, è un'altra storia.
Ah, per la cronaca, il nostro di cognome fa Rossi, tanto tradizionale da far pensare ad un nome d'arte.
Ma quello che mi ha veramente fatto pensare al concetto di doppelganger, che non ho alcuna intenzione di approfondire in questa sede, è un punto chiave nella biografia di entraNbi:
Christian: esordisce come calciatore di serie "A" nella squadra del Palermo, sua città natale. In seguito ceduto al Mantova, deve però interrompere prematuramente la sua carriera calcistica a causa di un infortunio. Fin da giovane coltiva una delle sue passioni più grandi: la mus(f)ica.
Julio: In gioventù fu un giocatore di calcio: giocò nel Real Madrid come portiere. Dopo un incidente automobilistico lasciò lo sport e si dedicò alla mus(f)ica.
Considerando che il primo è nato nel '47, il secondo nel '43, è evidente come il destino benevolo, avvedutosi che negli anni '60 i calciatori, inspiegabilmente, venivano considerati solo degli sportivi semianalfabeti, abbia spezzatolecosce® a entraNbi (a fin di bene), acciocché potessero finalmente inseguire la loro grande passione, per l'appunto: la Mvs(f)ica!
Cosa iNporta poi, mi chiedo, se Daniela è pericolosamente simile a Manuela (per quanto più poppvta, mi dicono)? Cosa iNporta se almeno un pajo di figli di Julio abbiano inseguito (con discreto successo) la stessa passione del padre, mentre i figli di Christian sono apprendisti falegnami, specializzati nell'uso delle seghe circolari (chiamate così perché, gira gira, seNpre lì si finisce)?
Cosa iNporta, infine, se una stima per difetto attribuisce a Julio oltre 3.000 amanti (NB: John Holmes, che faceva quello di mestiere, è arrivato a 5.000 compresi uomini e animali), mentre il nostro probabilmente rasenterà al massimo il migliaio (pfui, dilettante)?
Cosa iNporta tutto questo, perdio, quando una volta accettate e superate le piccole differenze ci si accorge che è possibile condividere con entraNbi la passione per la Mvs(f)ica?

3 Comments:

Blogger etherea` said...

Ci ho messo quasi una mezz'ora buona per capire chi era questo Signor Rossi.. il motociclista non poteva essere, dopo la performance del Lard Disk e del F'leet lo ho scartato subito.

Vasco che canta per una certa Daniela non mi pareva reale, un Alfredo ce lo vedo ma una Daniela..

Che fosse poi uno pseudonimo di Nonno Mike? Che con la Daniela ha un gran che a che fare?
Naaaaaaaaah!

Poi mi sovviene una copertina di TV Sorrisi e Canzoni di millemila anni fa, quando ero ancora paperottolina, in cui il signore in questione posava plastico con un maglione blue elettrico e un sorriso da dentifricio sbiancante.
Marito di Dora Moroni, se non erro, cantante e calciatore (lui, non lei).

E mi sovviene anche che di lui non ricordo la voce, non ricordo le canzoni e nemmeno i suoi psicodrammi.

E, tanto per essere in tema di musica, stamattina al supermercato c'era "Romeo and Juliet" dei Dire Straits.
Storia bella ed esuberante, con troppi ormoni impazziti. E ho pensato al mio lui, lontano, ma sempre un bel Romeo.
Per associazione ho pensato a domani (14/02).. non che sia presa o particolarmente amante della festa sciovinista e sprecona.

Ma quando la musica ti fa venire in mente le varie associazioni ti rendi conto che Huuuuuuuulio e' sempre un grande =)

2/13/2008 10:28 PM  
Blogger sanTrine said...

sono onorato di averti causato un cortocircuito cerebrale di una mezzoretta ;-)
Dici bene, syNpatica e Therea amica, egli (ben diverso da Egli®) è proprio il marito di Dora Moroni, la cui notevole beltade giovanile è stata decimata da un incidente d'auto che ebbe con Corrado, a cui si vocifera che operasse liposuzioni uretrali (lei, non egli).
Andando alle Storie Tese inglesi ed alla canzone che hai menzionato, mi è seNpre piaciuto il fatto che nel ritornello viene messa in bocca (con rispetto) una frase di Giulio Cesare a un personaggio di Shakespeare.
Knopfler se non sbaglio è in tournée in Uropa in questo periodo, guasi guasi...
W!

2/14/2008 8:52 PM  
Blogger etherea` said...

Il corto circuito non e' che me lo hai provocato tu, e' che sono cosi' dalla nascita, da quando i neuroni decisero di abbandonare la nave con i topi =)

Non sapevo che ci fossero stato problemi di liposuzioni alla signora in questione, indi mi sono documentata su wikipedia e mi sono persa in ricordi.. e cio' mi ha fatto ricordare di avere un'eta' piuttosto avanzata, che nemmeno il frigo vuole piu' conservare.

2/15/2008 9:38 PM  

Posta un commento

<< Home