venerdì, novembre 30, 2007

Radici


No, stavolta Kunta Kinte non c'entra.
Questo è il mio primo disco degli Iron, coNprato a metà con un tizio che ha il mio stesso cognome, stessi genitori e qualcos'altro in comune che ora come ora mi sfugge.
Dopo poco teNpo ho smesso di ascoltarlo (il disco, mio fratello ho smesso di ascoltarlo ben prima del 1987): l'avevo mandato a memoria, e ce l'ho ancora staNpato in mente. Il chorus di Wasted years ed il solo di Stranger in a strange land, allora come adesso, mi danno i brividi. Così come tante altre vecchie canzoni della Vergine di Ferro, dalla strofa cavalcata di Run to the hills, agli stacchi di Hallowed be thy name, al riff di Two minutes to midnight, all'attacco di Flash of the blade, insomma dalle prime note di Prowler, prima canzone del primo disco (1980), fino alle ultime di Only the good die young, ultima canzone di quello che per me è il loro ultimo disco (1988).
Ciò detto, l'altro giorno ho letto che nel 2008 faranno un tour mondiale, chiamato Somewhere Back in Time World Tour, con una scaletta composta quasi esclusivamente di brani dei loro dischi degli anni '80 e la scenografia basata su quella del World Slavery Tour del 1985.
Finito l'articolo mi sono asciugato una lacrimuccia, ho preparato un paio di stecche di fazzolettini (sono un tipo senZibbile) ed ho comprato, smoccolando per il prezzo, il biglietto del Gods of Metal di giugno 2008 a Bologna, per gridare ancora una volta, forse l'ultima...

UP THE IRONS!!!

14 Comments:

Blogger Grisson said...

Wow potresti andare d'accordo con mio fratello (di 16 anni..) che è un grande Fanz degli Iron.

E si l'ho cresciuto bene appena ho saputo che voleva comprare un cd di Tiziano Ferro (Iron Titty) l'ho chiuso in una stanza e gli ho fatto ascoltare i Led Zeppelin e Pink Floyd a manetta.

Poi lui ha iniziato ad ascoltare anche un po' di Metal da solo...

Adie

12/04/2007 11:37 AM  
Blogger Paguri said...

Che dire...speriamo almeno che facciano ORZOWEI!

12/04/2007 1:02 PM  
Blogger Pierluigi said...

Speriamo però che non facciano 1 ora di filmatino iniziale con le immagini dei cartoni.

12/04/2007 3:20 PM  
Blogger Daniele Caluri said...

Sì, ma ora chi ce l'ha, quel vinile, in custodia? Non vedo il regolamentare tiNbro...

12/04/2007 6:38 PM  
Blogger sanTrine said...

@ grisson: dici che potrei andare d'accordo con tuo fratello? chissà, magari più con qualche sua coNpagna di classe...

@ paguri: già, speriamo!

@ pierluigi: ma speriamo di sì, 'iobono! vado lì apposta

@ daniele: ce l'ha il papero, infatti la foto è di repertorio.

A proposito di copertine, in questo momento sto ascoltando Fausto Papetti in mp3 e, non so perché, ma senza copertine mi seNbra che manchi qualcosa.
Sarà l'elenco degli autori dei brani?

12/04/2007 8:18 PM  
Blogger etherea` said...

Per Papetti, senza le copertine non c'e' gusto.. Almeno per la "XXI Collezione", che per associazione visiva colloco accanto a "Rimmel" di De Gregori, entrambi del 1975.
Grande annata.

E gli Iron.. oh cavolo, ma quanto tempo e' passato da "Murders in the Rue Morgue"?
A giudicare dal vinile impolverato come un Santa Cristina Antinori direi anche troppo..

12/04/2007 9:07 PM  
Blogger Papero Gonfyo said...

Il primo vinile da noi comprato (da me con coercizione a versare la metà, ça va sans dire), è in realtà stato un picture disc di "Slyppery when wet" di BonJovi. Immagino vi ricordiate cosa erano i picture disc.
Poi vennero "Somewhere in time", "Piece of mind", etc.
Comunque l'ultimo loro disco non è "Seventh son" ma "Fear of the dark".

12/06/2007 2:55 PM  
Blogger Papero Gonfyo said...

Ah, confermo. Gli LP non sono stati timbrati! :-D

12/06/2007 2:56 PM  
Blogger BondValeria said...

Paperone gonfyssimo... ti son vicina quando racconti le vie della coercizione fraterna a versare metà dell'importo dei dischi metal... ma tu siei stato ben più fortunato di me: io ho un fratelluccio di 4 anni più giovane (da me educato con molto zelo), ma dalle mani più bucate di padreppie... è più facile cavare il sangue da una rapa!!!

12/07/2007 1:56 AM  
Blogger sanTrine said...

@ Etherea: benvenuta! io preferisco l'annata '74, quella di Anima mia e Elis & Tom...Comunque che aspetti? Murders in the Rue Morgue va riascolata subito, quick before the killers go free (op.cit.)

@ paperaleria o valeriapero (gonfio): che vita triste quella dei fratelli maggiori. Se non altro te (valeria) c'hai le pvppæ...

12/11/2007 11:23 PM  
Blogger MRicco said...

icchec'entra? quelle ce l'ha pure il veriorìginal papero succitato..
beh, Sa'.. mi devo decidere a prender il biglietto almeno per gli Airon, poi si fa macchinata
(o taxi?)

12/14/2007 3:23 PM  
Blogger etherea` said...

@SanTrine: grazie =)
Effettivamente ho scartabellato tra i vinili [che effetto tenere di nuovo tra le mani "Back in Black" e "74 Jailbreak" (AC/DC), "Kill 'em all" (Metallica), "So far, so good.. so what!" (Megadeth) e "Hell awaits" (Slayer)] e l'ho ritirato fuori. Peccato non avere una Stenton sul giradischi, ma e' stato bellissimo =)

12/14/2007 10:12 PM  
Blogger sanTrine said...

Back in Black: celo, coNprato a firenze. bello il logo in rilievo. lo misi su e fu subbito ammore
74 Jailbreak: nummaricordo se ce l'ho su vinile...
Kill 'em all: celo, coNprato a firenze
So far, so good.. so what!: celo, coNprato dal papero a lonTra
Hell awaits: mi sa che non ce l'ho su vinile

chissà quanti anni sono che non ascolto un LP, non ho neanche più il giradischi, e di conseguenza neanche i dischi...vero papero?

12/17/2007 10:24 PM  
Blogger sanTrine said...

Mi è venuto in mente che al liceo un cretino aveva coNprato la versione doppio album di Ride The Lightning, coNposta da due 45 giri. Ma non lo sapeva e li ascoltava a 33 giri. E gli piaceva.
Probabilmente Creeping Death suonava come un requiem, e figuriamoci For Whom The Bell Tolls e The Call of Ktulhu...
Che bello sapere che ci sono cotanti deficienti nel mondo!

12/17/2007 10:26 PM  

Posta un commento

<< Home