venerdì, febbraio 29, 2008

Di cosa volessimo parlare? (op.cit.)



Madonna (scegliete voi un aggettivo qualificativo a caso), quant'è che non scrivo nulla quassù?
Sì, lo so che basta leggere la data dell'ultimo post, era per dire.
In effetti, di temi di cui parlare ce ne sarebbero tanti: la caduta del governo, le nubi oscure che si stagliano all'orizzonte, i conti correnti di Buttiglione in Lichtenstein (di cui, peraltro glimportuncazzo a nessuno, voglio dire dei conti e dell'Orango, ma neanche del Lichtenstein), la benzina alle stelle, la Berté ammanettata, le parolacce di Pippo, ma soprattutto i nuovi manifesti di Eva Herzigova aggiro per milano (che Yog Sototh l'abbia in gloria) eccetera.
A proposito, non vi stanno terribilmente sui coglioni quelli che dicono eccedera? A me sì, tantissimo. Sembra la versione raNpicante di un'opera di Nietzsche, che non per altro è morto pazzo. Come pure, credo che colerei nelle casseforme anche coloro i quali che dicono (essi) palché riferendosi al pavimento di legno.
Altre espressioni che trovo punibili con l'arresto (cardiaco)?
Un breve elenco, magari trito(ne), con un altrettanto breve commento:
- proseguio: come si fa a commentare una cosa così?
- questa roba là o quella roba qua: ho i brividi solo a pensarci
- buon week: auguro un weekend di merda a chi lo dice, inclusa tutta la settimana dopo
- redarre un documento: non potete immaginare quanta fatica ho fatto a scriverlo
Continuate voi la lista con le Vs. preferite?
Queste cose hanno lo straordinario potere di risvegliare in me l'istinto materno. Di una matricida.
Sono infatti profondamente convinto che queste persone andrebbero seviziate da piccole a colpi di Grammatica Italiana dietro le orecchie, altro che le teorie del Dr. Spock, e sarei ben lieto di poter dare il mio piccolo contributo a questi piccoli angeli, perché crescano in maniera sana.
A breve, quindi, approfitterò della mia emigrazione per fare uno stage di puericultura.
A Marcinelle.

10 Comments:

Blogger etherea` said...

E come non citare:
- l'aradio
- il rosto (l'arrosto)
- le formicole (formiche)
- i coniglioli
- vienire (infinito del verbo venire)
- caceppp (ketchup)
- denks (thanks)
- gli pneumatici (I, cavolo, I)
- espulgere (espellere)
- posce (Porsche)
- l'arena (rena, sabbia)

.. e per augurarti una buona migrazione ti rivolgo questo saluto beneaugurante: in culo al mulo!
E spero per te che il suddetto mulo non sia un guttalaxomane =)

2/29/2008 7:53 PM  
Blogger sanTrine said...

'iobono, ma indove vivi???
:-)
recentemente una tizia che conosco mi ha scritto "ma cosa centra!". Di fronte alle mie rimostranze ha ribadito "ma credi sul serio che si scriva c'entra??!".
W il baco del calo del malo (op.cit.)

3/03/2008 10:15 AM  
Blogger etherea` said...

Nono!
"Icchecentra" si scrive tutto attaccato quindi anche "ma cosa centra" si dovrebbi inscrivere acosi'.

O gno? =)

3/03/2008 7:38 PM  
Blogger Daniele Caluri said...

Signori, a parte il congiuntivo, di cui piango da anni la dipartita, se c'è una piaga biblica che mi fa venire le pvstolae è l'orribile, nefasto, inverecondo "piuttosto che" usato come congiunzione "o".
NON LO SOPPORTO, PORCA TROIA!

3/04/2008 10:59 AM  
Blogger etherea` said...

@Daniele: cito tue parole: "Signori" .. e le Signore? S'ignorano? (cit.)

Piuttosto che mettere una congiunzione di cotal peso oppure metterne una di coqual meno peso piuttosto che.. ok, la smetto!

3/04/2008 12:17 PM  
Blogger Daniele Caluri said...

Ehm, no, è che... mica per... io, ecco...
CI SONO: le signore non le ho nominate perché con la lingua sono più brave, ecco.
Fiuuu, come me la sono cavata bene!

3/04/2008 5:29 PM  
Blogger sanTrine said...

ne sai una più dello ghiabbule, amyco scarabocchiatore.
anche se non centro (di gravità permanente) dico: ebbravetherea, che l'hai messo in difficoltà ;-)

3/05/2008 11:17 AM  
Blogger etherea` said...

Faccio orecchie di Licaone (alla Fiorentina vengono buonissime, tutti invitati a pranzo domenica) =)

3/05/2008 9:34 PM  
Blogger Kred said...

e di "bratelle" non vogliamo dire nulla?
oppure tutti i verbi "forzati" alla prima coniugazione, tipo "mettavàmo", "corravàmo" (da mettàre e corràre, rispettivamente!)
e poi ho anche sentito un "nn andare in tangenziale, che ci sono i cami" (plurale di camion - ndr)
oppure "porta fuori le bambine col citrìcolo": che sarebbe? un agrume a tre ruote per i bimbi?
e anche le espressioni "vorrei essere fatto un preventivo" (esperienze assicurative pregresse)
o "quello lo vorrei sparato!" =)

3/11/2008 3:22 PM  
Blogger etherea` said...

La mia preferita' e' sempre questa: "scendi il cano che lo piscio", che fosse stata femmina era una cana.
E due erano cana-bis.

3/12/2008 7:12 PM  

Posta un commento

<< Home